MANUALE LANCIA FULVIA BERLINA
Legenda:
torna all'indice = torna all'INDICE
vedi riferimento = vedi riferimento
vedi foto = vedi foto

 

 
INDICE

AVVERTENZA IMPORTANTE
OPERAZIONI DI CONTROLLO PREVISTE DAI TAGLIANDI
PREFAZIONE
PRECAUZIONI NEL PERIODO DI RODAGGIO
IDENTIFICAZIONE VETTURA
APPARECCHI E COMANDI
 
NORME D'USO :
Chiavi
Apertura baule
Apertura sportello rifornimento carburante
Apertura cofano motore
Prese aria calda motore
Apertura e chiusura porte
Regolazione sedili
Cinture di sicurezza
Interruttore a chiave
Cassetto ripostiglio
Specchio retrovisivo interno
Prima di usare la vettura
Avviamento motore
Mancato avviamento
Anormale funzionamento del motore
Avviamento vettura
Durante la marcia
Limite di velocità
Freni
Discese
Condizionamento aria interno vettura
Cristallo termico posteriore
Indicatori direzione
Luci esterne
Luci interne
Scatola valvola
Spruzzatore parabrezza tergicristallo
Accendisigari
Orologio
Portacenere
Presa di corrente
Radio (a richiesta)
Arresto vettura
Antifurto
Sostituzione lampade
Sostituzione ruote
Traino vettura
Solevamento parte anteriore vettura
Avvertenze importanti
 
CARATTERISTICHE E DATI :

MOTORE :

Motore
Distribuzione
Alimentazione
Accensione
Lubrificazione
Raffreddamento
Avviamento
Sospensione motore

TRASMISSIONE :
Frizione
Cambio velocità
Propulsore
Freni
Trazione
Telaio aussiliario
Guida
Sospensione anteriore
Sospensione posteriore
Ruote
Impianto elettrico
Lampade
Attrezzi in dotazione
Carrozzeria
Dimensioni - Pesi
Prestazioni

MANUTENZIONI PERIODICHE :
Rifornimenti
Manutenzioni normali
Motore
Trasmissione
Freni
Trazione
Carrozzeria

MANUTENZIONI FUNZIONALI :
Motore
Trasmissione
Freni
Trazione
Impianto elettrico
Carrozzeria
Lunga inattività

RIEPILOGO DELLE MANUTENZIONI PERIODICHE NORMALI E FUNZIONALI

VARIANTI PER BERLINA CON MOTORE 1199 cm³
SERVIZIO ASSISTENZA
SCHEMA DELL IMPIANTO ELETTRICO


torna all'indice
    AVVERTENZA IMPORTANTE
Egregio Cliente

Le è stato consegnato il certificato di garanzia che assicur, all automezzo da Lei acquistato, il Servizio Assistenza da parte di tutta la nostra Organizzazione.

Uniti a tale certificato, troverà tre tagliandi che danno diritto all'esecuzione delle operazioni di controllo riportate su questo fascicolo, dopo che l'automezzo avra percorso rispettivamente:

1500 - 2000 km
7000 - 7500 km
e 14.000 - 15.000 km

Le raccomandiamo vivamente di avvalersi di questo Servizio, allo scopo di assicurare all'automezzo le migliori condizioni di funzionamento e di rendimento. Riteniamo doveroso farLe presente che la mancata essecuzione dei controlli previsti comporterà il decadimento della garanzia contrattuale.

Qualora l'esecuzione del Servizio non corrispondesse alle Sue aspettative, La preghiamo di volercelo notificare.

Con osservanza.
LANCIA & C

Servizio Assistenza



torna all'indice
    OPERAZIONI DI CONTROLLO PREVISTE DAI TAGLIANDI DA ESSEGUIRE TRA:

1.500 - 2.000 km
  • Controllo distribuzione d'accensione (apertura max puntine platinate).
  • Controllo bloccaggio tubazioni e collettore di scarico
  • Controllo tensione cinghia alternatore.
  • Controllo bloccaggio testa cilindri.
  • Registrazione punterie.
  • Controllo tenuta tubazioni impianto freni.
  • Sostituzione olio motore.
  • Sostituzione olio cambio-propulsore.
  • Controllo livelli: batteria, serbatoio freni, serbatoio lavaparabrezza e radiatore liquido raffreddamento.
  • Controllo ed eventuale ripristino pressione pneumatici.
  • Collaudo su strada.

    7.000 - 7.500 km
  • Collaudo su strada.
  • Stacco filtro aria, distribuzione d'accensione e candele.
  • Controllo distribuzione d'accensione e candele.
  • Controllo bloccaggio sospensione posteriore.
  • Controllo tiranteria freno di stazionamento.
  • Controllo gioco fra tamburo e guarnizioni freno di stazionamento.
  • Controllo sospensione anteriore.
  • Registrazione punterie.
  • Controllo bloccaggio bulloni balestra sospensione anteriore.
  • Pulitura tenuta tubazioni impianto freni.
  • Pulitura elemento filtrante filtro aria e riattacco.
  • Pulitura carburatori.
  • Controllo avviamento motore e rgistrazione minimo.
  • Lubrificazione comando apertura e chiusura cofano e baule, cerniere porte, comando finestrini orientabili, corsoi sedili anteriore e serrature.
  • Stacco filtro olio e sostituzione.
  • Ingrassaggio vettura.
  • Controllo livelli: batteria, serbatoio freni, serbatoio lavaparabrezza e radiatore liquido raffreddamento.
  • Controllo ed eventuale ripristino pressione pneumatici.
  • Collaudo su strada.

    14.000 - 15.000 km
  • Collaudo su strada.
  • Stacco filtro aria, distribuzione d'accensione e candele.
  • Controllo distribuzione d'accensione e candele.
  • Controllo tiranteria freno di stazionamento.
  • Controllo gioco fra tamburo e guarnizioni freno di stazionamento.
  • Controllo usura guarnizioni freni posteriori.
  • Riattacco distributore d'accensione, registrazione fase accensione.
  • Controllo tensione cinghia alternatore.
  • Registrazione punterie.
  • Controllo usura guarnizioni freni anteriori.
  • Controllo tenuta tubazioni impianto freni.
  • Pulitura elemento filtrante filtro aria e riattacco.
  • Pulitura carburatori.
  • Controllo avviamento motore e rgistrazione minimo.
  • Lubrificazione comando apertura e chiusura cofano e baule, cerniere porte, comando finestrini orientabili, corsoi sedili anteriore e serrature.
  • Stacco filtro olio e sostituzione.
  • Sostituzione olio motore.
  • Sostituzione olio cambio-propulsore.
  • Ingrassaggio vettura.
  • Controllo livelli: batteria, serbatoio freni, serbatoio lavaparabrezza e radiatore liquido raffreddamento.
  • Controllo ed eventuale ripristino pressione pneumatici.
  • Collaudo su strada.

    torna all'indice
        PREFAZIONE
     

     
    In questo libretto sono descritte ed illustrate le norme d'uso, le caratteristiche e le manutenzioni necessarie per il buon uso e la normale manutenzione della vettura. Le norme d'uso e di manutenzione si riferiscono a necessità normali di esercizio, che possono naturalmente variare nelle diverse condizioni di impiego. Dalla loro osservanza e dall'adempimento di quanto prescritto nel periodo di rodaggio, dipendono il regolare funzionamento, la durata, e quindi l'economia di esercizio della vettura.
    La negligenza di quanto indicato, ed il cattivo uso dell'automezzo, possono inoltre essere causa di annullamento della garanzia che la Fabbrica dà ai suoi prodotti.

    torna all'indice
        PRECAUZIONI NEL PERIODO DI RODAGGIO
    Un uso appropriato della vettura durante le prime migliaia di chilometri, é necessario per il buon assestamento delle parti in movimento e per garantirne la durata.
     
    Per ottenere un graduale rodaggio occorre perciò:
  • all'avviamento scaldare lentamente il motore senza portarlo al massimo numero di giri;
  • non sorpassare i seguenti numeri di giri del motore:
    fino a 1500 km: 4300 giri al minuto.
    da 1500 a 3000 km: 5000 giri al minuto.
  • su lunghi tratti di strada abbandonare di tanto in tanto il pedale acceleratore anche solo per alcuni secondi;
  • in salita non premere a fondo il pedale acceleratore e passare alla marcia inferiore se è necessario;
    Tali norme valgono anche ber il motore revisionato con sostituzione di stantuffi, anelli, cuscinetti.
  • evitare le frenate intense e prolungate.
    Sostituire l'olio motore non oltre i primi 1500 - 2000 km in quanto il primo riempimento è stato effettuato con olio speciale rodaggio. Per gli eventuali rabboccamenti, durante i primi 1500 - 2000 km, usare:
  • AGIP F1 WOOM SAE 10W-40;
  • ESSO UNIFLO 10W-40;
  • MOBILOIL SUPER 10W-40.

    torna all'indice
        IDENTIFICAZIONE VETTURA

    Identificazione vettura

    818.612 Berlina guida sinistra
    818.613 Berlina guida destra 

    torna all'indice
        APPARECCHI E COMANDI

    Apperecchi e comandi
     
    1.)Amperometro - 2.)Contachilometri totale e parziale - 3.)Spia alternatore - 4.)Spia luci illuminazione di profondità - 5.)Spia luci di posizione - 6.)Spia freno di stazionamento e livello minimo liquido freni - 7.)Contagiri elettronico - 8.)Spia arricchitore (starter) - 9.)Termometro liquido raffreddamento - 10.)Manometro olio - 11.)Avvissatori acustici - 12.)Aeratore interno vettura - 13.)Spie indicatori direzione - 14.)Sbloccaggio coperchio cofano motore - 15.)Comando indicatori direzione - 16.)Comando luci di posizione e commutazione proiettori - 17.)Diffusore aria orientabile - 18.)Indicatore livello carburante con lampada spia riserva.
     
     
    Apparecchi e comandi
     
    1.)Comando tergicristallo a due velocità e spruzzatore parabrezza - 2.)Azzeratore contachilometri parziale - 3.)Accendisigari - 4.)Luce apparecchi - 5.)Comandi aerazione e riscaldamento - 6.)Interruttore disponibile - 7.)Orologio - 8.)Vano Radio - 9.)Diffusore aria orientabile - 10.)Serratura per cassetto ripostiglio - 11.)Aeratore interno vettura - 12.)Vano scatola valvola - 13.)Portacenere - 14.)Leva comando freno di stazionamento - 15.)Leva comando inserimento marce - 16.)Presa corrente - 17.)Arricchitore (starter) - 18.)Interruttore a chiave con antifurto bloccasterzo.

    torna all'indice
        Chiavi
     
    La vettura viene fornita con due chiavi di diverso colore, in doppio esemplare, delle quali una (nera) serve per l'antifurto e l'interruttore d'accensione; l'altra (biancha) serve per le serrature delle porte anteriori, del cassetto ripostiglio, del baule e dello sportello rifornimento carburante.


    torna all'indice
        Apertura baule
    Pulsante per l'apertura, munito di serratura di sicurezza. Il dispositivo sollevatore assicura il coperchio in posizione di tutto aperto, per chiudere abbassare il coperchio ed assicurare la chiusura con la chiave. L'interno del baule è illuminato da una lampada che si accende automaticamente sollevando il coperchio, con luci di posizione inserite.

    Baule

    1.)Dispositivo di sfiato carburante - 2.)Sistemazione sollevatore vettura e borsa utensili - 3.)Luce illuminazione interna.

    torna all'indice
        Apertura sportello rifornimento carburante
    Sul lato posteriore della vettura; munito di serratura di sicurezza, protegge l'accesso al bocchettone.

    torna all'indice
        Apertura cofano motore
    Tirare a fondo corsa la leva posta sul lato sinistro sotto la tavola apparecchi per sbloccare il coperchio cofano. Sbloccato, il coperchio si socchiude e l'apertura completa è solo possibile premendo l'apposita leva dell'arresto di sicurezza. Un'asta sul lato destro permette il fissaggio in posizione di apertura completa. Il vano motore è illuminato da una lampada che sai accende automaticamente all'apertura del coperchio, con luci posizione inserite.

    Appertura cofano motore


    Vano motore

    Vano motore
    1.)Tappo per bocchettone introduzione liquido raffreddamento - 2.)Interruttore elettromagnetico per motorino ventilatore liquido raffreddamento - 3.)Asta livello olio - 4.)Filtro aria - 5.)Serbatoio spruzzatori parabrezza - 6.)Motorino comando spruzzatore parebrezza - 7.)Batteria - 8.)Rocchetto d'accensione - 9.)Luce vano motore - 10.)Rubinetto riscaldamento interno vettura - 11.)Servofreno a depressione - 12.)Serbatoio e pompa comando freni idraulici - 13.)Tappo per bocchettone introduzione olio motore - 14.)Distributore d'accensione - 15.)Termistore comando termometro liquido di raffreddamento.

    torna all'indice
        Prese aria calda motore
    Nella stagione fredda è conveniente escludere l'entrata di aria fredda nel filtro aria del carburatore ed inserire l'entrata di aria calda, azionando l'apposito comando, posto sul filtro stesso.

    Comando presa aria

    1.)Posizione nel periodo invernale per presa aria riscaldata dal collettore di scarico del motore - 2.)Poisizione nel periodo estivo per presa aria fresca.

    torna all'indice
        Apertura e chiusura porte
    Apertura dall'esterno con maniglia a pulsante. Le porte anteriore sono munite di serratura esterna e sono bloccabili dall'esterno mediante rotazione della chiave e dall'interno a mezzo pulsante, azionabile soltanto a porta chiusa. Nelle porte posteriori tale pulsante serve pure a predisporre il bloccaggio a porta aperta. Il montante posteriore delle porte anteriori è munito di fanalino, ad accensiona automatica, indicatore di porta apperta.

    Apertura e chiusura porte

    1.)Comando finestrino orientabile - 2.)Apriporta -3.)Alzacristallo - 4.)Appogiabraccio tiraporte - 5.)Luce di porta aperta - 6.)Specchio retrovisivo - 7.)Bloccaggio porta.

    torna all'indice
        Regolazione sedili

    Regolazione sedili

    Lo spostamento in avanti o indietro dei sedili anteriori è regolabile ruotando verso l'alto l'apposita leva (1) e rilasciando a spostamento avvenuto.
    L'inclinazione degli schienali anteriori è regolabile azionando l'apposita lrva (2) a lato del sedile; alzata libera lo schienale ed abbasata lo fissa nella posizione voluta.

    torna all'indice
        Cinture di sicurezza
    L'applicazione è prevista per i posti posteriori.
    Posti anteriori: due attacchi superiori (1) sui montanti fra le porte e quattro attacchi inferiore (2 e 3) sul pavimento, coperti dal tappeto.

    Attacchi per cinture di siccureza posti anteriori

    Attacchi per cinture di siccureza posti anteriori.
    1.)Attacchi sui montanti delle porte per cintura a bandoliera - 2.)Attacchi lato porte per cinture addominali - 3.)Attacchi parte centrale per cinture a bandoliera ed addominali.

    Posti posteriori laterali: due attacchi (4) sui montanti posteriori, due attacchi inferiori lato porte (7) e due attacchi (5) in corrispondenza dell'unione fra sedile e schienale posteriore

    Posti posteriori centrali: due attacchi inferiori (6) in corrispondenza dell'unione fra sedile e schienale posteriore
    I fori di fissaggio, con filettatura 7/16" - 20 UNF sono conformi alle attuali regolamentazioni internazionali.

    Attacchi per cinture di sicurezza posti posteriori

    Attacchi per cinture di sicurezza posti posteriori.
    4.)Attacchi sui montanti posteriori per cintura a bandoliera posti laterali - 5.)Attacchi fra sedile e schienale per cintura a bandoliera ed addominali posti laterali - 6.)Attacchi fra sedile e schienale per cinture addominali posto centrale - 7.)Attacchi lato porte per cinture addominali posti laterali.

    torna all'indice
        Interruttore a chiave

    Con chiave estratta od in posizione GAR (garage) sono inseriti:


  • amperometro
  • lampeggio diurno
  • luci interne e luci porte
  • orologio
  • presa di corrente

    Con chiave in posizione MAR (marcia) sono inoltre inseriti:
  • accendisigari
  • accensione motore
  • avvisatori acustici
  • contagiri elettronico
  • cristallo termico (a richiesta)
  • indicatori direzione
  • indicatore liveello carburante con lampada spia riserva
  • luci esterne
  • luci vano motore e baule
  • manometro olio e termometro acqua
  • radio (a richiesta)
  • spruzzatore parabrezza e tergicristallo
  • ventilatore aerazione
  • ventilatore elettrico
  • le spie: alternatore, freno di stazionamento e livello minimo liquido freni
  • Interruttore a chiave
    Chiave non estraibile, antifurto disinserito.
    Con chiave in posizione AVV (avviamento) si ottiene l'avviamento del motore.
    Con chiave in posizione ST (stazionamento), raggiungibile dalla posizione GAR con ratazione antioraria, sono inseriti:
  • amperometro
  • lampeggio diurno
  • luci esterne ed interne
  • orologio
  • presa corrente
  • radio (a richiesta)
  • spruzzatore parabrezza e tergicristallo
  • ventilatore aerazione.
    Chiave estraibile, antifurto inserito.

    ATTENZOINE - Non portare la chiave interruttore in posizione ST e non estrarla quando la vettura è in movimento perchè in tale caso l'antifurto si inserisce automaticamente e non permette la rotazione del volante guida.


    torna all'indice
        Cassetto ripostiglio
    Pulsante per l'apertura munito di serratura di sicurezza.

    torna all'indice
        Specchio retrovisivo interno
    Regolare l'orientamento con il riflettore in posizione giorno (leva di comando a destra). La posizione notte, oscurata per antiabbagliamento, si ottiene portando la leva di comando a sinistra.
    Per sicurezza lo specchio, fissato con incastro speciale, si stacca se sottoposto ad urto od a carico prefissato.
    Per rimonytarlo fissare prima la molla anteriore e poi premendo su la base, le due molle posteriore; l'innesto è a scatto.

    torna all'indice
        Prima di usare la vettura
    Controllare che:

  • il carburante sia sufficiente per il percorso previsto;
  • il livello del liquido di raffreddamento nel radiatore raggiunga la base del bocchettone del tappo (3) di introduzione con rubinetto al riscaldatore aperto;
  • il liquido nel serbatoio freni (1) sia a livello MAX segnato sul serbatoio;
  • l'olio nella coppa motore si trovi non molto al disotto del livello MAX, segnato sull'asta di livello (2) per evitare che durante il viaggio scenda sotto il livello minimo;

    Prima di usare la vettura

    Il contollo del livello dell'olio deve essere, in qualunque modo, effetuato non oltre ogni 1000 km di percorso;
  • i pneumatici siano gonfiati alla pressione stabilita (ant. e post.: 1,7kg/cm²).
    La perfetta identicità di pressione fra i pneumatici di ciascuna coppia di ruote deve essere frequentemente controllata.

    torna all'indice
        Avviamento motore
    Tirare la leva dell'arracchitore a fondo oppure in posizione intermedia, solo se l'avviamento avviene a bassa temperatura o a motore freddo (lampada spia nel contagiri accesa).
    Premere il pedale della frizione per rendere indipendente il motore dal cmbio. Ruotare quindi la chiave interruttore in posizione AVV senza agire sul pedale acceleratore. Appena il motore è avviato, rilasciare la chiave interruttore che ritorna automaticamente in posizione MAR.
    Se si è fatto uso dell'arricchitore respingere gradatamente la leva e, sostando a misura che il motore lo richieda, riportarlo nella posizione primitiva (lampada spia spenta nel contagiri) quando il motore gira regolarmente e senza scoppiettii,
    Se il motore non parte, ripetere la manovra, attendo 5-6 secondi fra i successivi tentativi, per permettere al motorino d'avviamento di fermarsi prima di esser nuovamente azionato. Non osservando tale norma si deteriorano i denti della corona e del pignone pregiudicando il funzionamento.
    Nel Caso di avviamenti ripetuti, usando l'arricchitore, può succedre che si accumuli nel collettore di aspirazione un eccesso di carburante che non può essere bruciato. In questo caso, per fcilitare l'avviamento, è necessario riportare la leva dell arricchitore nella posizione primitiva e, ruotando la chiave dell'interruttore, premando a fondo il pedale dell'acceleratore, per permettere l motore di aspirare una maggiore quantità di aria e liberarlo dall eccesso di carburante. Non premere ripetutamente il pedale accaleratore altrimenti l'eccesso di carburante permane.
    Prima di usare la vettura, lasciare girare il motore a circa 1500 giri al minuto per 30 secondi in estate e per 1-2 minuti in inverno. Evitare, inoltre, le accelerazioni violente a motore freddo e nei primi minuti di marcia della vettura, onde assicurare una sufficiente lubrificazione a tutti gli organi del motore.
    ATTENZIONE - i gas di scarico sono tossici, non far funzionare il motore in locale chiuso.

    torna all'indice
        Mancato avviamento
    Il motorino non si mette in moto:
    batteria scarica (particolarmente d'inverno mantenere la batteria ben carica e protteta; nelle verifiche ricordarsi che i vapori del liquido della batteria sono infiammabili), connessione difettose, guasto nel complesso motorino ed interruttore di comando.
    Manca l'accensione: candele sporche, contetti del distrbutore da pulire, connessioni rocchtto distributore difettose, valvola protezione rocchetto fusa, accensione fuori fase.
    Manca il carburante: serbatoio vuoto, oppure pompa di alimentazione non ancora adescata, filtr otturati, complesso tubazione e pompa da revisionare.
    A motore fermo, durante le verifiche, non lasciare la chiave dell'interruttore in posizione MAR onde evitare un riscaldamento eccessivo del rocchetto d'accensione ed un prelievo inutile di corrente dalla batteria.

    torna all'indice
        Anormale funzionamento del motore
    Scoppiettii ripetuti,
    specialmente a tutto acceleratore: getti carburatore parzialmente otturati, mandata insufficiente di carburante per filtri sporchi o pompa difettosa, impurità nel carburante.
    Accensione irreggolare: candele sporche o con distanza fra gli elettrodi non regolare, contatti distributore da pulire o sostituire, connessioni ed isolamenti rocchetto - distributore - candele difettosi.
    Fumo allo scarico: carburazione troppo ricca, funzionamento difettoso dei gallegianti dei carburatori.

    torna all'indice
        Avviamento vettura
    A motore avviato, premere a fondo il pedale frizione e portare la leva del cambio in posizione prima velocità. (Per innestare la retromarcia premere sulla leva e portarla nella posizione RM). Rilasciare la leva del freno di stazionamento premendo il pulsante posto sull'impugnatura e spingere in basso la leva portandola in posizione orizzontale (lampada spia lampeggiante sul porta apparecchi, con freno stazionamento inserito o con livello liquido freni al minimo). Abbondanare lentamente il pedale frizione ed accelerare progressivamente.

    torna all'indice
        Durante la marcia
    Osservare ogni tanto:
  • L'indicatore livello carburante: una lampada spia si accende quando si incomincia ad usare la riserva, ciò indica che la quantità di carburante nel serbatoio è scesa a circa 5 litri (provvedere al rifornimento entro 30 - 35 km).
  • il termometro del liquido di raffeddamento: la zona tra i 70 e 90ºC indica la temperatura del liquido per il funzionamento normale del motore. Nella stagione calda e dopo un uso prolungato del motore a piena potenza la temperatura del liquido di raffreddamento può superare i 90 ºC senza che ciò debba preoccupare. Può tuttavia accadere che la lancetta del termometro oscilli intorno ai 90 ºC quando si usa la vettura a bassa velocità poichè in tale condizione si riduce la ventilazione del radiatore.
    Se la lancetta si mantiene stabilmente in tale zona occorre prima controllare il livello del liquido nel radiatore e il funzionamento del termocontatto comando motorino ventilatore, poi, occorrendo, far verificare le altre parti dell'impianto di raffreddamento.
  • il manometro olio: La lancetta del manometro indica la pressione dell'olio motore, che durante l'uso deve normalmente oltrepassare l'indicazione centrale del manometro, se ciò non avviene è segno che la lubrificazione del motore non è regolare, occorre quindi fermare immediatamente il motore e provvedere alle necessarie verifiche. Detta pressione può tuttavia variare a causa della qualità dell'olio, se denso o fluido, oppure a seconda della temperatura di funzionamento. Dopo un uso prolungato del motore può verificarsi che, temporaneamente, lasciando scendere a basso regime il motore, la lancetta non raggiunga la posizione normale anche se il motore funziona regolarmente.
  • la lampada spia freno di stazionamento inserito e segnalazione livello minimo del liquido nel serbatoio freni; deve essere spenta, in caso di lampeggio di detta lampada spia occorre: prima assicurarsi del completo rilascio della leva freno stazionamento poi, se il lampeggio persiste, contollare il livello del liquido freni nel serbatoio.
  • la lampada spia alternatore; deve spegnersi quando il motore è in moto, se rimane accesa fare verificare l'alternatore ed il regolatore di tensione. L'eventuale accensione della lampada spia con motore al minimo, non è tuttavia dannoso.
  • l'amperometro; con motore in moto la lancetta deve trovarsi normalmente deviata dal centro verso il lato positivo, se la lancetta tende costantemente verso il lato negativo è consigliabile fare verificare l'impianto elettrico.

    torna all'indice
        Limite di velocità
    Le velocità alle quali è utile eseguire i cambiamenti di marcia, dipendono dalle caratteristiche della strada e dalle condizioni di carico della vettura. Dopo il periodo di rodaggio i valori massimi di velocità alle singole marce, che non debbono essere superati e prima dei quali occorre passare alla marcia superiore, sono i seguenti:

    Marcia I II III IV
    km/h 40 62 93 131

    I limiti di velocità alle singole marce possono essere controllati dal guidatore osservando, sul contagiri, che il regime del motore non superi il valore massimo prescritto.

    N.B. - Nel rimettere a zero il totalizzatore parziale del contachilometri ricordarsi che tale operazione va eseguita solo a vettura ferma ruotando l'apposito pomello verso sinistra.

    torna all'indice
        Freni
    Frenare con misura e tempestività, prevedere gli arresti obbligati rallentando gradamente ed evitare, per quanto possibile, le frenate brusche che affrettano il logorio dei freni e dei pneumatici.
    Su terreno scivoloso applicare dolcemente i freni con azione intermittente per evitare di bloccare le ruote e slittare. L'aderenza e la tenuta sono maggiori con le ruote non bloccate.
    ATTENZIONE - Con motore fermo non si ha depressione, per cui il servofreno non funziona e la frenata, risulta molto meno efficace.

    torna all'indice
        Discese
    È consigliabile nelle discese prolungate sfruttare l'azione frenante del motore, innestando la marcia più appropriata, allo scopo di evitare una rapida usura delle guarnizioni freni. Non togliere l'accensione portando la chiave interruttore in posizione GAR oppure ST perchè nel primo caso il poco carburante che i carburatori lasciano aspirare dal motore rimane incombusto e potrebbe danneggiare le parti, depositarsi nei condotti di scarico, incendiarsi in seguito e provocare danni; nel secondo caso, estraendo la chiave, l'antifurto si inserisce automaticamente e non permette la rotazione del volante guida.

    torna all'indice
        Condizionamento aria interno vettura
    Il condizionamento dell'aria nell'interno della vettura è regolabile a gradimento e si ottiene nel seguente modo:

    Aria a temperatura esterna con:

  • leva (1) comando rubinetto acqua del riscaldatore, tutta a sinistra (rubinetto chiuso);
  • leva (2) comando miscelatore aria, tutta a sinistra (posizione centrale massima portata aria);
  • leva (3) comando presa aria, tutta a destra;
  • leva (4) comando ventilatore, verso destra al primo o secondo scatto, per ottenere maggior afflusso di aria (da usarsi a basse velocità).
  • Aria a temperatura esterna

    Aria calda Aria calda con:

  • leva (1) comando rubinetto acqua del riscaldatore, tutta a destra (rubinetto aperto);
  • leva (2) comando miscelatore aria, tutta a destra;
  • leva (3) comando presa aria, tutta a destra;
  • leva (4) comando ventilatore, verso destra al primo o secondo scatto, per ottenere maggior afflusso di aria (da usarsi a basse velocità).

  • Tutte le condizioni intermedie di funzionamento si possono ottenere manovrando opportunamente le leve comando presa aria e miscelatore aria.
    Avettura ferma per riscaldare l'abitacolo, si deve tenere acceso il motore ed azionare il ventilatore a due velocità (4).
    Due diffusori, posti alla estremità della tavola porta apparecchi e muniti di diflettore, permettono orientare il flusso d'aria per lo sbrinamento dei cristalli laterali.
    L'aria, eventualmente riscaldata, può anche essere inviata ai vani poggiapiedi attraverso gli sportelli ad apertura regolabile posti sui fianchi del mobiletto centrale. L'aria attraverso le feritoie, disposte sulla traversa inferiore del parabrezza, provvede allo snebbiamento e sbrinamento del vetro.

    torna all'indice
        Cristallo termico posteriore (a richesta)
    Funziona con chiave interruttore in posizione MAR. L'interruttore di comando è provvisto di lampada spia che si accende quando l'interruttore è inserito. Lo sbrinamento è ottenuto mediante resistenza elettrica incorporata al cristallo.
    Non lasciare inserito l'interruttore a motore fermo.

    torna all'indice
        Indicatori direzione

    Indicatore di direzione Funzionano con chiave interruttore in posizione MAR.
    Azionando la leva (1) nel senso della sterzata che si vuole eseguire (a, indicatore destro; b, indicatore sinistro), si accende la relativa lampada spia sul porta apparecchi; il ritorno della leva avviene automaticamente con il raddrizzamento della guida od a mano in caso di sterzata non eseguita.


    torna all'indice
        Luci esterne

    Luci di posizione si
    accendono agendo sull'interruttore a slitta (1) posto sull'impugnatura della lava (3) comando proiettori; funzionamento con chiave interruttore in posizione MAR e ST.
    Lampada spia verde, sul porta apparecchi, per lucidi posizione accese. Quando si effettua l'innesto della retromarcia con luci di posizione inserite, si accendono le luci bianche situate posteriormente.
    Luci anabbaglianti si accendono, con luci di posizione inserite, portando verso il basso in posizione (a) la leva (3) comando proiettori. Premendo il pulsante (2) sull'estremità della leva comando indicatori di direzione si può ottenere il lampeggio con le luci anabbaglianti sia di giorno sia di notte, anche se le luci diposizione non sono inserite.
    Luci di profondità si accendono, con le luci di posizione e anabbaglianti inserite, tirando verso il volante in posizione (b), la leva (3) comando proiettori. Lampada spia bleu sul porta apparecchi per luci di profondità inserite.
    Le commutazione fra le luci di profondità e le luci anabbaglianti si ottiene spostando la leva (3) comando proiettori sulle posizioni (a-b).

    Luci esterni



    torna all'indice
        Luci interne
    Due plafoniere, ognuna situata in corrispondenza della porta superiore del montante cedntrale del vano porte, sono munite di interruttore a due posizioni, una per l'accensione automatica con l'apertura della porta anteriore corrispondente e una per l'accensione a porte chiuse.
    Con le luci di posizione inserite viene diffusa, dalle apposite feritoie dello sportello del mobiletto centrale, una luce tenue per l'illuminazione del vano portaoggetti e portacenere. Aprendo tale sportello si accede alla scatola valvole ed ai dispositivi elettrici pure illuminati.

    torna all'indice
        Scatola valvola
    Situata nell'apposito vano del mobiletto centrale ed accesibile svitando i due pomelli (1) e ribaltando lo sportello (2) del mobiletto stesso. In prossimità della scatola valvole sono indicati i vari circuiti a cui le valvole si riferiscono.

    Scatola valvole

    N.B. - La sostituzione delle valvole fusibili deve essere fatta esclusivamente con altre aventi le stesse caratteristiche.

    torna all'indice
        Spruzzatore parabrezza tergicristallo
    Spruzzatore parabrezza
    funziona con chiave interruttore in posizione MAR e ST premendo l'apposito pulsante (2) posto sulla leva (1) di comando del tergicristallo.



    Tergicristallo a due velocità. Portare la leva di comando (1) dalla posizione neutra alla posizione (a) per la velocità normale, oppure alla posizione (b) per la velocità più elevata.
    Per non deteriorare il cristalle e le spazole evitare l'uso a vetro asciuto.

    torna all'indice
        Accendisigari
    Funziona con chiave interruttore in posizione MAR; per usarlo premere la parte centrale, quando questa ritorna nella posizione primitiva l'accendisigari è pronto per l'uso, estrarlo, usarlo e rimetterlo nella sua sede. La lampada spia per l'illuminazione della sede, si accende con le luci di posizione.

    torna all'indice
        Orologio
    Elettrico, con pomello di regolazione a mano.

    torna all'indice
        Portacenere
    Quello anteriore sulla tavola apparecchi si apre tirando l'apposita impugnatura; per estrarlo premere la molla posta in fondo al centro del portacenere. Per estrarre i portacenere sistemati nell'appoggabraccio delle porte posteriori, occore tirare verso l'alto il coperchio del portacenere stesso e premere la piastrina interna a molla.

    torna all'indice
        Presa di corrente
    Per l'uso, in caso di necessità, di lampada portatile, rasoio, ecc.

    torna all'indice
        Radio (a richiesta)
    Funziona con chiave interruttore in posizione MAR e ST con alimentazione della batteria della vettura e antenna esterna. L'altoparlante è normalmente montato in corrispondenza dell'aposita mostrina situata nella parte superiore della tavola apparecchi; un secondo altoparlante può essere sistemato nella parte posteriore dell'abitacolo sotto il lunotto.
    Predisposizione sulle porte anteriori per il montaggio degli altoparlanti radio e giranastro stereofonico.

    torna all'indice
        Arresto vettura
    Negli stazionamenti della vettura togliere l'accensione, ruotando la chiave interruttore in posizione GAR, applicare il freno di stazionamento, ed eventualmente innestare la prima marcia.

    torna all'indice
        Antifurto
    Si inserisce automaticamente estraendo la chiave interruttore dalla posizione ST. Per facilitare l'inserimento e lo sbloccaggio dell'antifurto è consigliabile ruotare leggermente nei due sensi il volante guida.

    torna all'indice
        Sostituzione lampade
    Proiettori e luci di posizione anteriore;
    svitare le viti dai fori (5) ed il dado zigrinato di fissaggio accessibile dall'interno del vano motore, togliere la cornicie esterna /3) e le due guarnizioni in gomma (4); allentare le viti di fissaggio (1) dell'anello di ritegno (2), ruotare lo stesso fino ai fori di passaggio per la testa delle viti e toglierlo, estrarre il gruppo ottico (7) per le luci anabbaglianti-posizione e (8) per le luci di profondità ed effettuare la sostituzione della lampada.



    Indicatori direzione anteriori; togliere il trasparente svitando le viti di fissaggio (6) e sostituire la lampada.
    Indicatori direzione laterali; è sufficiente estrarre dall'interno del vano motore il porta lampade.




    Luci di posizione posterioree arresto; togliere le viti (2), estrarre il trasparente ed effettuare la sostituzione.
    Luci retromarcia; per la sostituzione della lampada, estrarre il trasparente centrale, togliere la vite (3) ed il trasparente inferiore.
    Indicatori direzione posteriori; estrarre il trasparente centrale, togliere la vite (1) ed il trasparente superiore, quindi sostituire la lamoada.
    Luci targa; estrarre da sotto il paraurti la protezione in gomma ed il portalampada (innesto e disinnesto a pressione) quindi sostituire la lampada.
    N.N. - La sostituzione delle lampade deve essere fatta esclusivamente con altre aventi le stesse caratteristiche.

    torna all'indice
        Sostituzione ruote
    Prima di sollevare la vettura occorre applicare il freno stazionamento, in modo che la vettura, sollevata dal lato della ruota da cambiare, non abbia a subire spostamenti. Togliere il coprimozzo alla ruota da sostituire usando l'estremità ad "L" della chiave a nottolino del sollevatore ed allentare le quattro colonnette che fissano la ruota (vedi N.B. a pag. "Attrezzi in dotazione"). Applicare il sollevatore in una delle apposite sedi anteriori o posteriori previste sotto il longherone vano porta, sollevare la vettura, quindi svitare le colonnette, già allentate in precedenza e togliere la ruota
    A sosttituzione ruota effettuata ripetere in senso inverso le operazioni sopra descritte serrando a fondo ed in modo uniforme, con vettura a terra, le colonnette di fissaggio ruota passando alternativamente da una colonnetta a quella opposta.

    Sostituzione ruote



    torna all'indice
        Traino vettura

    Traino vettura

    Nel caso che la vettura dovesse essere trainata, applicare la fune esclusivamente nel foro della staffa indicata in figura.

    torna all'indice
        Solevamento parte anteriore vettura
    Attenzione:
    applicare il sollevatore a carrello, munito di apposito attrezzo, esclusivamente al centro della traversa anteriore del telaio ausiliario.

    torna all'indice
        Avvertenze importanti
  • Staccare i collegamenti elettrici della batteria, dell'alternatore e del regolatore di tensione prima di effettuare qualsiasi riparazione, in specie saldature elettriche.
  • Non fare funzionare il motore se gli apparecchi: batteria, alternatore e regolatore di tensione non sono stabilmente collegati sia elettricamente sia meccanicamente.
  • Staccare elettricamente la batteria, prima di effettuare la ricarica.

    torna all'indice
        Motore
    4 cilindri a V stretto. Inclinato di 45º sulla sinistra

    Tipo 818.302
    Diametro cilindri 77 mm
    Corsa 69,7 mm
    Cilindrata 1298 cm²
    Rapporto di compressione 9
    Potenza massima (DIN) 85 CV a 6000 giri al minuto
    Potenza fiscale 15 CV
    Regime massimo 6200 gviri al minuto
    Coppia massima (DIN) 11,5 mkg a 4500 giri al minuto



    torna all'indice
        Distribuzione
    Alberi:

    Due, in testa, comandati dall'albero motore, mediante catena con tenditore meccanico ed ammortizzatore idraulico. L'albero di destra comanda le valvole di aspirazione, quello di sinistra le valvole di scarico.

    Valvole:
    In testa comandate da bilancini.

    Fasi:
    Con gioco valvole speciale, per il controllo, di 0,40 mm
    Aspirazione apertura 17" prima del P.M.S.
    chiusura 65" dopo il P.M.I.
    Scarico apertura 65" prima P.M.I.
    chiusura 17" dopo il P.M.S.

    Gioco normale valvole a motore freddo:
    Aspirazione 0,15 mm; scarico 0,25 mm.

    torna all'indice
        Alimentazione
    Mandata carburante:

    Pompa meccanica sul lato destro del motore.

    Carburatori:
    Due SOLEX C 35 PHH 18
    Diffusore 29
    Getto principale 120 (115*)
    Getto del minimo 47
    Freno aria 190
    * per carburatori SOLEX C 35 PHH 20 con filtro aria a bagno d'olio.

    Filtri carburante:
    Nel serbatoio, nella pompa meccanica di mandata e nei raccordi dei carburatori.

    Filtro aria:
    Sui carburatori, ad elemento filtrante a secco
    (elemento filtrante a bagno d'olio a richiesta).

    torna all'indice
        Accensione
    Tipo:

    A spinterogeno: con distributore d'accensione Marelli S 105 C e rocchetto d'accensione Marelli BE 200 B oppure Klitz G 52 SB.

    Candele:
    BOSCH W 200 T 30
    CHAMPION N 7 Y
    LODGE 2 HL NY
    MARELLI CW 240 LP

    Ordine di accensione 1-3-4-2
    Numeri cilindri a sinistra 1-3, a destra 2-4
    Anticipo fisso (motore)
    Anticipo automatico (distributore) 7º 30'
    Apertura contatti distributore mm 0,45 ± 0,03
    Distanza fra gli elettrodi candele mm 0,5 ± 0,6


    torna all'indice
        Lubrificazione
    Sistema:

    A pressione, con pompa a rotori e valvola limitatrice della pressione.

    Filtro olio:
    A cartuccia filtrante a cambio rapido; a rete, nella succheruola.

    torna all'indice
        Raffreddamento
    Tipo:

    Circolazione forzata del liquido di raffreddamento con pompa centrifua, radiatore e ventilatore a comando termoelettrico.

    Regolazione temperatura:
    Termometro sul porta apparecchi, termostato sulla tubazione uscita liquido dal motore e termocontatto sulla tubazione uscita liquido dal motore per comando ventilatore.

    torna all'indice
        Avviamento
    Tipo:

    A motorino elettrico BOSCH EF 12V 0,8 PS oppure DUCELLIER 6206.

    torna all'indice
        Sospensione motore
    Tipo:

    A 3 apoggi elastici, unitamente al cambio di velocità.

    torna all'indice
        Frizione
    Tipo:

    Monodisco a secco con comando meccanico a pedale.

    Corsa a vuoto del pedale:
    20 ± 25 mm.

    torna all'indice
        Cambio velocità
    Tipo:

    A 5 marce avanti sincronizzate con ingranaggi a dentura elicoidale e retromarcia.

    Rapporti:
    Marcia : I II III IV V RM
      4,159 2,698 1,793 1,284 1 4,239


    torna all'indice
        Propulsore
    Coppia conica:

    GLEASON-HYPOID con offset sopracentro.

    Rapporto:
    10/41

    Alberi trasmissione:
    2, muniti di giunti omocinetici alle estremità; collegano i mozzi ruote al propulsore.
    I giunti, lato propulsore, sono anche scorrevoli su sfere.

    torna all'indice
        Freni
    Di servizio:

    a disco sulle quattro ruote con comando a pedale e trasmissione idraulica. Sistema Superduplex.
    Dalla pompa Duplex, alla quale è collegato direttamente il servofreno a dpressione, partono due circuiti idraulici indipendenti, l'uno (circuito anteriore) collegato alle pinze dell'asse anteriore, l'altro (circuito misto) collegato sia alle pinze dell'asse anteriore sia alle pinze dell'asse posteriore. Ciascun pattino d'attrito delle pinze anteriore è comandato da due cilindretti, il primo collegato al circuito anteriore, il secondo al circuito misto. Sulla tubazione del circuito misto che va alle ruote posteriori è inserito un correttore di frenata che regola lo sforzo frenante alle ruote posteriori in funzione del carico gravante sull'asse posteriore stesso.

    Di soccorso
    conglobato con li freno di servizio.

    Di stazionamento:
    a tamburo sulle ruote posteriori con comando a mano mediante leva e trasmissione meccanica.

    Corsa massima di frenata:
    Pedale 3/4 della corsa.
    Leva a mano 6-7 denti.

    torna all'indice
        Trazione:
  • Telaio aussiliario
  • Guida
  • Sospensione anteriore
  • Sospensione posteriore
  • Ruote

    torna all'indice
        Telaio aussiliario
    Telaio mobile al quale sono fissati: motore, frizione, cambio-propulsore, sospensione e ruote anteriori, radiatore, scatola guida e tiranteria sterzo.

    torna all'indice
        Guida
    Tipo:
    A vite globoidale e rullo, piantone guida ad assorbimento d'energia e snodi articolazioni sfera.

    torna all'indice
        Sospensione anteriore
    Tipo:
    Ruote indipendenti con quadrilatero trasversale, a bracci oscillanti, molla a balestra trasversale, barra stabilizzatrice, tamponi paracolpi in gomma ed ammortizzatori telescopici idraulici a doppio effetto.

    torna all'indice
        Sospensione posteriore
    Tipo:
    Assale rigido tubolare, molle a balestra longitudinali semiellittiche (non richiedono lubrificazione), barra di reazione, tamponi paracolpi in gomma ed ammortizzatori telescopici idraulici a doppio effetto.

    torna all'indice
        Ruote
    Cerchio:

    4½ X 14"

    Pneumatici:
    Michelin 155-14ZX.
    Pirelli 155-14 cinturato 367F (f.b. a richiesta).
    Ceat 155-14 DRIVE DSR/1.

    Pressione gonfiamento:
    Anteriore e posteriore 1,7 kg/cm²

    Mozzi ruote:
    Muniti di cuscinetto unico a tenuta stagna che non occorre lubrificare.

    Divergenza ruote anteriori:
    1 - 2 mm misurata sui cerchi con vettura a carico statico.

    Incidenza positiva:
    40' - 1"15' con vettura a carico statico.

    Inclinazione perno a snodo:
    5" con vettura a carico statico.

    Inclinazione ruote:
    2" con vettura a carico statico.

    Convergenza ruote posteriori:
    3 - 3,5 mm, misurata sui cerchi.

    torna all'indice
        Impianto elettrico
    Tipo:

    A batteria 12 Volt 45 Ah con negativo a massa.

    Alternatore:
    BOSCH G1 - 14 V 28 A 22

    Regolatore:
    BOSCH AD 1/14V

    Valvole fusibili:
    Otto valvole da 15 A (colore giallo) e una da 30 A (colore rosso) proteggono i vari circuiti secondo l'indicazione riportata in prossimità della scatola che contiene le valvole stesse.
    La valvola che protegge le luci interne protegge anche l'avvisatore acustico, la presa di corrente e l'orologio elettrico.
    Una valvola separata da 15 A protegge il circuito del motorino ventilatore elettrico per radiatore liquido di raffreddamento ed è situata in prossimità del ventilatore stesso.

    torna all'indice
        Lampade

    Illuminazione di profondità 12V - 55W allo iodio
    Indicatori di direzione anteriori e posteriori, luci retromarcia 12V - 21W
    Luci posizione posteriori e arresto 12V - 5/21W
    Segnalazione apertura porte anteriore 12V - 5W
    Luce interno vettura, illuminazione vano motore e vano baule 12V - 5W cilindrica
    Illuminazione targa, luci di posizione anteriori e indicatori direzione laterali 12V - 4W
    Illuminazione apparecchi di bordo, illuminazione orologio, illuminazione accendisigari,
    Spie: alternatore, luci di posizione, indicatori direzione, riserva carburante, arricchitore, freno di stazionamento e livello minimo liquido freni, luci di profondità, interruttore disponibile
    12V - 3W
    Luce interna mobiletto central 12V - 3W cilindrica


    torna all'indice
        Attrezzi in dotazione
    Nel baule posteriore:

    Borsa utensili contenente: pinza universale, 3 chiavi fisse doppie (8 X 10) (13 X 14) (17 X 19), chiave per candele e serbatoio carburante, asta per chiave a tubo, cacciavite normale per viti con intaglio a croce.
    Chiave fissa (9 X 11) per tasselli freni a disco. Sollevatore munito di chiave a nottolino e chiave fissa.
    N.B. La chiave a nottolino serve per togliere il coprimozzo delle ruote ed in unione ad altre chiavi serve per lo smontaggio delle candele, dei tappi scarico olio e delle colonette fissaggio ruote.

    A richesta:
    Chiave e sonda per registrazione punterie.

    torna all'indice
        Carrozzeria
    Tipo:

    Scocca a struttura differenziata con telaio ausiliario mobile nella parte anteriore.

    Porte:
    Incernierate anteriormente e munite di appoggiabraccio tiraporte (sulle porte posteriore appoggiabraccio tiraporta provvisti di portacenere) e serrature a tenuta tridirezionale. Cristalli completamente abbassabili. Finestrini orientabili e diflettori sulle porte anteriori.

    Paravento:
    Cristallo di sicurezza curvo.

    Parasole:
    Due, orientabili.

    Specchio retrovisivo:
    Orientabile, con riflettore a due posizioni.
    Specchio retrovisivo supplementare esterno lato guida.

    Sedili:
    Anteriori divisi, scorrevole con schienale ad inclinazione regolabile; posteriore unico.

    Maniglia di appiglio:
    Una anteriore lato opposto guida e due posteriori, fissate al pordo superiore del vano porte. Le maniglie posteriori sono munite di ganci attaccapanni.

    Finestrino posteriore:
    A cristallo curvo.
    Cristallo termico a richiesta.

    Baule:
    Apertura a pulsante con serratura di sicurezza ed illuminazione interna. Sul lato destro sono sistemati la ruota di scorta e gli attrezzi in dotazione.
    Il vano è interamente rivestito in gomma e feltro.

    Traino vettura:
    Attacco anteriore sotto la scocca.

    Impianto di condizionamento:
    Presa aria frontale, ventilatore elettrico a due velocità, radiatore per riscaldamento, valvole e condotti per la distribuzione dell'aria nell'interno della vettura.

    Cinture di sicurezza:
    Presdisposizione per i posti anteriori e posteriori.

    Traino rimorchio:
    Presdisposizione per l'attacco del gancio traino.

    torna all'indice
        Dimensioni - Pesi
    Passo 2500 mm
    Carreggiata anteriore 1300 mm
    Carreggiata posteriore 1280 mm
    Lunghezza massima 4155 mm
    Larghezza massima 1555 mm
    Altezza massima (vettura scarica) 1400 mm
    Altezza minima da terra (vettura carica) 120 mm
    Diametro minimo di volta 11120 mm
    Peso in ordine di marcia 1060 kg
    Portata 5 persone + 50 kg di bagaglio
    Peso massimo a pieno carico 1460 kg
    Peso massimo rimorchiabile 890 kg


    torna all'indice
        Prestazioni
    Marcia I II III IV V RM
    Velocità massima in km/h 40 62 93 131 160 40
    Pendenze massime superabili 39,5 % 24 % 15 % 9,5 % 7 % 39,5 %

    Consumo norme (CUNA) per 100 km: 8,8 l di supercarburante ((N.O. 96 min).

    torna all'indice
        Manutenzioni periodiche
    Le varie operazioni di manutenzione, da eseguire periodicamente in relazione ai chilometri percorsi sono state divise in due gruppi distinti.
    Le manutenzioni periodiche normali si riferiscono ai punti di lubrificazione ed a semplici operazioni di pulizia mentre le manutenzioni periodiche funzionali si riferiscono ad operazioni più complesse di pulizie, verifiche e regolazioni.

    torna all'indice
        Rifornimenti
    Usare solo i prodotti sottoindicati, che sono miscibili fra di loro in qualsiasi proporzione.

      litri kg Rifornimento
    Serbatoio carburante
    (compresi 5 litri circa di riserva)
    42 -- Supercarburante (N.O. 96 min.)
    Radiatore e motore * 6,30 -- Liquido raffreddamento (30% LANCIA 430 S - 70% acqua)
    Motore: coppa, filtri e tubazione 4,30 3,85 AGIP F1 WOOM SAE 10 W-40
    ESSO UNIFLO 10 W-40
    MOBILOIL SUPER 10 W-50
    Cambio-propulsore 2,70 2,40 AGIP F1 ROTRA MP SAE 90
    ESSO GEAR OIL GX 90
    MOBILUBE HD 90
    Scatola guida 0,33 0,3 AGIP F1 ROTRA MP SAE 90
    ESSO GEAR OIL GX 90
    MOBILUBE HD 90
    Freni idraulici ** 0,74 0,65 CASTROL GREEN
    Serbatoio spruzzatori 1 -- Acqua con 4% di liquido detergente
    Ingrassatori -- -- AGIP F1 GREASE 30
    ESSO MULTIPURPOSE GREASE H
    MOBILGREASE SPECIAL
    Giunti trasmissione ruote anteriori -- -- AGIP ROCOL MT 320/5
    ESSO MOLY GREASE MP
    FIAT MR M2

    * compreso impianto per riscaldamenyo vettura.
    ** compreso 0,2000kg per spurgo.

    torna all'indice
        Manutenzioni normali
    Motore
    Trasmissione
    Freni
    Trazione
    Carrozzeria

    torna all'indice
        Motore
    Alimentazione
    Filtri carburante:

    Ogni 7000 km
    smontarli e pulirli accuratamente con carburante.
    Quello sulla pompa (2) è accessibile togliendone il coperchio, e quelli sui carburatori (1) staccandone la tubazione d'arrivo carburante.
    Sostituire se risultassero deteriorati, i filtri e relative guarnizioni.
    Filtri carburante
    Filtro aria:
    Ogni 7000 km
    smontare l'elemento filtrante, lavarlo accuratamente con del carburante e se occorre sostituirlo.

    Filtro aria a bagno d'olio (a richesta):
    Ogni 7000 km
    smontare la vaschetta svitando il perno ad occhio, estrarre l'elemento filtrante mobile e lavarlo con petrolio. Togliere l'olio dalla vaschetta; lavarla con petrolio e riempirla con olio SAE 20, avendo cura di non superare la squadretta interna che indica il livello. Nel rimontare la vaschetta controllare che la guarnizione sia nella sua sede.

    N.B. Per le vetture circolanti in zone particolarmente polverose, le sudette operazioni vanno eseguite più freqentemente.

    Lubrificazione:
    Sostituzione olio:
    Ogno 7000 km
    sostituire l'olio a motore caldo.

    Scarico olio:
    Mediante foro con tappo magnetico sotto la coppa motore.

    Introduzione olio (1) e filtro olio (2) Introduzione olio:
    Attraverso bocchettone con tappo (1) sul lato posteriore sinistro del motore.


    Filtro olio:
    Ogni 7000 km
    sostituire il filtro olio (2). Avviare il nuovo filtro fino a che la guarnizione tocchi la base, poi stringere ancora di mezzo giro a mano. Avviare il motore e controllare che non si abbiano perdite di olio.
    Per lo smontaggio si può utilizzare una apposita chiave avvolgente.

    Raffreddamento:
    Controllo livello:

    Controllare periodicamente il livello del liquido di raffreddamento nel radiatore. Il livello è regolare quando, a motore freddo, il liquido raggiunge la base del bocchettone di introduzione con rubinetto al riscaldatore aperto.

    Rabocchi:
    Qualora il livello del liquido non fosse nelle condizioni sopra precisate, eseguire il rabocco con miscela composta di 30% di antigelo e 70% di acqua potabile; eccezionalmente può essere usato solo acqua potabile tenendo presente che in tale caso la proprietà antigelante del liquido nel circuito si riduce. Non eseguire mai il rabocco con acqua fredda se il livello del liquido è molto basso ed il motore è a temperatura elevata; in tali casi si deve attendere che il motore si rafreddi oppure introdurre la miscela antigelo o l'acqua molto lentamente e con motore in moto.
    Scarici liquido:
    Togliere il tappo a pressione sul radiatore, togliere il tappo del foro di scarico del motore (indicato in figura) ed aprire il rubinetto che comanda il riscaldamento vettura.

    Togliendo il tappo radiatore a motore caldo, usare la precauzione di svitare il tappo prima parzialmente fino al arresto, lasciando scaricare la pressione e solo dopo svitare totalmente.
    Tappo del foro di scarico liquido rafreddamento
    Introduzione liquido:

    Assicurarsi che il tappo del foro di scarico sia chiuso quindi introdurre nel bocchetto radiatore 2 litri di antigelo, avviare il motore e farlo girare qualche minuto completando il riempimento, fino a livello, con acqua potabile.
    In caso di primo riempimento verificare il livello dopo un breve percorso.

    Importante:
    Sostituire periodichamente il liquido di raffreddamento (almeno ogni 12 mesi) possibilmente prima della stagione invernale.

    Precauzioni invernali:
    Il circuito di raffreddamento contiene un liquido che non congela fino a temperature di -20ºC.
    Per temperature più basse, vuotare completamente il circuito e introdurre:
  • 2,5 litri di antigelo per temperature fino a -25ºC;
  • 3,0 litri di antigelo per temperature fino a -35ºC,
    qundi complettare il riempimento con acqua.

    torna all'indice
        Trasmissione
    Cambio velocità e propulsore:
    Livello olio:
    Ogni 7000 km
    verificare il livello dell'olio mediante l'apposita asta di livello e sfiato (1).
    Cambio velocità e propulsore Sostituzione olio:

    Ogni 14.000 km
    sostituire l'olio. Effetuare l'operazione di svuotamento possibilmente a olio caldo, lasciando scolare bene prima di introdurre il nuovo olio.

    Scarico olio attraverso appositi fori muniti di tappo situati inferiormente nel cambio (3) e nel propulsore (2).

    Introduzione olio dall'apposito bocchettone munito di tappo con asta livello e sfiato (1).
    Albero comando cambio:

    Ogni 7000 km
    lubrificare l'albero comando cambio attraverso gli appositi ingrassatori (1) accessibili dal vano motore e (2) posto sull'estremità inferiore del supporto dell'albero ed accessibile sotto il pavimento della vettura. Questa operazione va eseguita con leva comando marce in posizione di folle.
    Albero comando cambio


    torna all'indice
        Freni
    Serbatoio freni idraulici Serbatoio freni idraulici:

    Controllare periodicamente che il livello nel serbatoio si mantenga a livello massimo.
    Il livello deve abassarsi molto lentamente per il ricupero automatico del gioco dovuto al consumo delle guarnizioni di attrito dei freni.


    torna all'indice
        Trazione
    Guida:
    Scatola guida e rinvio sterzo:
    Ogni 14.000 km
    verificare il livello dell'olio, il livello è normale quando l'olio sfiora il foro di introduzione.
    Ogno 7000 km lubrificare, attraverso l'ingrassatore, la sede per perno leva rinvio sterzo.
    Gli snodi articolazione sono lubrificati solo al montaggio.

    Sospensione anteriore:
    Ogni 7000 km
    lubrificare attraverso i quattro ingrassatori (due su ciascun lato) i fusi a snodo, ed attraverso i due ingrassatori (uno per lato) i perni superiori dei bracci della sospensione.

    Ruote:
    Rotazione pneumatici:
    Ogni 7000 km
    per ottenere una buona durata ed un consumo uniforme dei pneumatici, occorre procedere alla rotazione di posizione delle quattro ruote. In tale occasione montare la ruota di scorta e verificare i pneumatici, controllarne l'usura e se necessario provvedere alle manutenzioni o sostituirli. Verificare che i cerchi non siano deformati e provvedere alla loro ripulitura se arrugginiti.

    Per l'equilibratura ruote vedere a vedi riferimento

    torna all'indice
        Carrozzeria
    Spruzzatore parabrezza:

    Contollare periodicamente il livello del liquido, esso può essere acqua o soluzione detergente non dannosa alla vernice ne alla gomma del tergicristallo.
    Usare una miscela di acqua e liquido detergente al 4 %.

    Avvertenze:
    Saltuariamente lubrificare tutti gli organi della vettura soggetti ad usura (cerniere, snodi, comandi condizionamento aria, leveraggi comando carburatori, guaine, ecc.), verificare il funzionamento dell'arresto di sicurezza apertura cofano motore ed il bloccaggio delle viti che fissano i vari dispositivi ed accessori di carrozzeria (serrature, appoggiabraccia, parasole, comando finestrino orientabile ecc.).

    torna all'indice
        Manutenzioni funzionali
    Motore
    Trasmissione
    Freni
    Trazione
    Impianto elettrico
    Carrozzeria
    Lunga inattività

    torna all'indice
        Motore

    Distribuzione:
    Gioco fra valvole e bilancini:
    Ogni 7000 km
    far controllare il gioco fra valvole e bilancini, esso deve essere, a motore freddo, di 0,15 mm per le valvole di aspirazione e di 0,25 mm per le valvole di scarico.
    regolazione gioco valvole
    Posizione valvole
    1.) Valvola scarico cilindro n.1;   2.) Valvola scarico cilindro n.2;   3.) Indice di riferimento per messa in fase albero distribuzione valvole scarico;   4.) Maglia scomponibile della catena;   5.) Valvola aspirazione cilindro n.1;   6.) Indice di riferimento per messa in fase albero distribuzione valvole aspirazione;   7.) Valvola aspirazione cilindro n.2;   8.) Valvola aspirazione cilindro n. 4;   9.) Valvola aspirazione cilindro n.3;   10.) Valvola scarico cilindro n.4;   11.) Valvola scarico cilindro n.3.

    Controllo mesa in fase distribuzione al P.M.S.
    Portare l'indice "O", contrassegnato sul volano motore in corrispondenza dell'indicazione 1/4 incisa sulla flangia posteriore della scatola volano. Registrare le valvole di aspirazione e scarico del cilindro n.1 con gioco di 1 mm ed osservare che gli indici di riferimento incisi sugli alberi distribuzione siano in corrispondenza degli indici segnati sui cappelli sopporto anteriore albero distribuzione. A questo punto la valvola di aspirazione deve iniziare l'apertura e la valvola di scarico deve chiudersi.
    Per questo controllo è consigliabile rivolgersi alle nostre Officine Autorizzate.
     
     
     
     
    Senso rotazione motore
    Messa in fase

    Messa in fase

    Alimentazione:
    Regolazione del minimo:

    Valore prestabilito circa 800 giri al minuto. Si può aumentare o diminuire leggermente il minimo agendo lievemente sulla vite (1) regolazione apertura farfalle senza toccare le quattro viti (2) di regolazione del minimo. La regolazione di queste ultime deve essere eseguita esclusivamente da personale competente o da nostre Officine Autorizzate.

    Carburatori

    Carburatori

    Accensione:
    Candele
    Ogni 7000 km
    esaminare le condizioni delle puntine platinate e controllare che la loro distanza sia di 0,45 ± 0,03 mm.

    Controllo anticipo accensione:
    Si ha l'anticipo fisso stabilito di 8" quando il segno 8| indicato sul volano motore si trova in corrispondenza dell'indicazione 1/4 e le valvole del cilindro n.1 sono chiuse.
    A questo punto i contatti del distributore iniziano il distacco e la spazzola rotante è in corrispondenza del cavo che va al cilindro n.1. Se queste condizioni non si verificano senza togliere il distributore dalla sua sede, allentare il dado che stringe la staffa di fissaggio e spostare leggermente nell'uno o nell'altro senso il corpo del distributore, fissarlo, e ripetere la verifica suddetta.
    Per questo controllo è consigliabile rivolgersi alle nostre Officine Autorizzate.

    Lubrificazione:
    Coppa olio motore:
    Ogni 28.000 km
    provvedere alla pulizia della succheruola. Per tale operazione occorre togliere la succheruola dopo aver smontato la coppa motore.

    torna all'indice
        Trasmissione
    Frizione

    Registrazione gioco:

    Ogni 7000 km controllare la corsa a vuoto del pedale.
    La registrazione si effettua agendo sul dado speciale della estremità anteriore del tirante flessibile collegato alla leva disinnesto frizione, fino a riportare la corsa a vuota a 20 - 25 mm.
    Registrazione gioco


    torna all'indice
        Freni
    Impianto freni:
    Ogni 7000 km
    controllare il funzionamento.
    A pedale: non necessita di alcuna registrazione, occorre solo sostituire le guarnizioni quando lo spessore di queste, compresa la parte metallica, è ridotto a 6,5 - 7 mm.
    Controllare frequentemente, secondo l'uso dei freni, che tale spessore non scenda sotto il valore indicato.

    ATTENZIONE - Dopo la sostituzione delle guarnizioni l'impianto frenante ritorna efficiente solo quando, azionando ripetutamente il pedale freno, si è ripristinata la luce normale tra le guarnizioni e disco.

    Schema impianto freni
    Schema impianto freni
    1.)Leva freno di stazionamento - 2.)Correttore di frenata - 3.)Pinza posteriore - 4.)Dado di registro - 5.)Ceppi per freno di stazionamento - 6.)Pedale freno - 7.)Sefvofreno - 8.)Pompa freno - 9.)Serbatoio - 10.)Pinza anteriore

    Registrazione freno di stazionamento Freno di stazionamento:

    portare le guarnizioni dei ceppi a contatto del tamburo agendo, attraverso gli appositi fori, sul dado di registro (vedi schema impianto freni) ed allentando poi il registro di 1/3 di giro.
    Allentare il controdado (1) ed agire sul dado (2) in modo da frenare la vettura con una corsa della leva a mano di 6 - 7 denti.
    A registrazione effettuata serrare a fondo il controdado (1).

    Disaerazione circuiti:
    L'operazione di disaerazione è consigliabile farla eseguire presso le nostre Officine Autorizzate.

    torna all'indice
        Trazione
    Sospensione anteriore e posteriore:
    Ogni 14.000 km
    o qualora si riscontrasse un funzionamento irregolare degli ammortizzatori, farli verificare presso le nostre Officine Autorizzate.

    Ruote:
    Registrazione divergenza ruote anteriori:

    Agire sui tiranti di collegamento delle leve ruote con leve della scatola guida e di rinvio riportando la divergenza a 1 - 2 mm, misurata sul cerchio con vettura a carico statico.

    Equilibratura ruote:
    Una ruota non equilibrata è causa di vibrazioni e di disturbi alla guida. L'equilibratura originale eseguita dalla Fabbrica può alterarsi in seguito al consumo dei pneumatici e va perciò rifatta quando occorre e controllata quando si effettua la rotazione di posizione dei pneumatici. Particolarmente deve essere fatta quando alla ruota si sostituisce il pneumatico. A tale scopo le ruote sono munite di contrappesi fissati al cerchio; quelli esterni sonom accesibili smontando il copricerchio. Nel rimontare il copricerchio non dimenticarsi di mettere le guarnizioni antivibranti.
    L'operazione di equilibratura è solo eseguibile da Officine Autorizzate, munite di macchina equilibratura dinamica.

    torna all'indice
        Impianto elettrico
    Motorino di avviamento:
    Ogni 21.000 km
    pulire accuratamente il collettore e soffiare via con getto d'aria l'eventuale intasamento di polvere di rame e di carbone tra le lamelle. Verificare lo stato di usura e di contatto delle spazzole e se necessario sostituirle.

    Regolazione cinghia comando alternatore Regolazione cinghia comando alternatore:
    Ogni 7000 km
    controllare la tensione della cinghia; la tensione è regolare quando la cinghia, sotto la pressione delle dita subisce un cedimento di 4 - 5 mm.

    La regolazione si ottiene spostando l'alternatore (1) dopo aver allentato il dado di bloccaggio (3) e il dado di articolazione (2) dell'alternatore. A regolazione effettuata bloccare i dadi suddetti.

    Alternatore:
    Ogni 49.000 km
    controllare lo stato di usura e di contatto delle spazole e, se occorre, sostituirle.

    Batteria:
    Ogni mese
    verificare il livello ed aggiungere eventualmente acqua distillata (a batteria fredda) in modo che il livello giunga a circa 5 mm sopra le piastre.
    N.B. D'estate la verifica del livello può essere necessaria più sovente.

    Ogni 14.000 km
    per assicurare la durata in efficienza della batteria è necessario provvedere:
  • ad adportare, con uno straccio imbevuto in una soluzione di acqua e soda, le tracce d'acido che possono essersi depositate sulla batteria.
  • al controllo dello stato di carica che deve essere eseguito con apposito densimetro; la densità dell'elettrolito è a batteria carica 1,28 (32º Baumé) ed a batteria scarica 1,14 (18º Baumé).

    Regolazione proiettori Orientamento proiettori:
    Si effettua a vettura scarica, posta con i proiettori alla distanza di 10 m da uno schermo verticale. Agire sulle viti registro (9) per l'orientamento del fascio luminoso in senso verticale e (10) per l'orientamento del fascio luminoso in senso orizzontale dei proiettori, dopo aver tolto la cornice esterna (3).

    Questa operazione è consigliabile farla eseguire da una nostra Officina Autorizzata.

    Proiettori interni (per luci anabbaglianti):
    La linea orizzontale di demarcazione tra la zona oscura e la zona illuminata delle luci anabbaglianti deve risultare ad un'altezza da terra di circa 30 cm inferiore all'altezza da terra del centro proiettore.
    La distanza orizzontale, fra gli assi delle luci deve risultare sullo schermo compresa tra 120 cm (assi paralleli) e 172 cm (massima divergenza).

    Proiettori interni (per luci di profondità):
    Gli assi ottici devono essere circa orizzontali. La distanza fra gli assi deve risultare sullo schermo compresa fra 84 cm (assi paralleli) e 136 cm (massima divergenza).

    torna all'indice
        Carrozzeria
    Lavaggio esterno vettura:

    Il lavaggio va eseguito a vettura fredda e mai sotto i raggi solari usando acqua fredda o tiepida in abbondanza. Lavare a getto le parti inferiore della vettura usando, per le parti molto sporche, anche una spugna o spazola. Le superfici verniciate e le ruote vanno lavate con getto d'acqua finemente suddiviso fino a che il fango si ammorbidisca.
    Proseguire dall'alto in basso il lavaggio usando una spugna che si laverà sovente, risciacquare ed asciugare con pelle scamosciata.
    Non impiegare mai, per lavare la vettura, saponi da bucato. Se vengono usati gli appositi "Shampoo", del commercio, escludere ogni prodotto che non sia completamente neutro. Se dopo l'asciugatura, la vernice non riacquista la sua normale lucentezza, la si può ripassare con prodotti lucidanti esistenti in commercio e da scegliere fra quelli adatti alle nostre vernici.

    Pulizia paraurti:
    Dopo averli lavati con acqua, lucidarli con polish.

    Pulizia fascie bianche pneumatici:
    Lavatura normale con acqua e sapone.
    Esistono in commercio detersivi per eliminare le macchie e l'ingiallimento superficiale della fascia.

    Pulizia macchie di catrame, olio e grasso:
    Possono essere eliminate bagnandole con benzina e sciacquando abbondantemente con acqua, subito dopo.

    Pulizia e protezione delle parti cromate:
    Dopo la pulizia, è bene proteggere le parti cromate con adatti prodotti a base di cera e di resina. Tale precauzione è indispensabile se si deve usare, o lasciare la vettura in località di mare, dove le parti cromate sono più soggette a corrosione per la salsadine marina.

    Pulizia vetri:
    Usare acqua mescolata a un po' di alcool.

    Pulizia interna vettura:
    Per la pulizia dei panni usare, con i dovuti accorgimenti e cioè senza impregnare le parti sottostanti, gli appositi smacchiatori del commercio a base di talco-trielina o benzina rettificata.
    Tessuti plasticati vinilici, pelle e tappeti di gomma si lavano con acqua e sapone, si risciacquano con acqua pura e si asciugano con pelle scamosciata.

    ATTENZIONE - Non usare stracci imbevuti in benzina o alcool per la pulizia delle parti in materie plastiche onde evitare la perdita della loro brillantezza.

    torna all'indice
        Lunga inattività
    Se la vettura deve rimanere per lungo tempo inattiva, è consigliabile provvedere a:
  • sistemare la vettura in luogo asciutto sollevandola dal suolo per non danneggiare i pneumatici;
  • togliere il liquido di raffreddamento;
  • vuotare il serbatoio del carburante;
  • introdurre un po' di olio nei cilindri, attraverso i fori delle candele, quindi far compiere qualche giro all'albero motore;
  • togliere la batteria; riporla in luogo asciutto dove non vi sia pericolo di gelo e ricaricarla ogni mese;
  • spalmare con grasso od antiruggine le parti non verniciate;
  • coprire la vettura con teloni.
    Non usare per la protezione della vettura, coperture plasticate dannose alla buona conservazione delle nostre vernici.

    torna all'indice
        RIEPILOGO DELLE MANUTENZIONI PERIODICHE NORMALI E FUNZIONALI

    figura Percorrenze progressive in migliaia di km 21 28 35 42 49 56 63 70 77 84 91 98 rif.cap.
      Manutenzioni normali                          
    vedi foto Pulizia filtri carburante (1) (2) X X X X X X X X X X X X vedi riferimento
    vedi foto Pulizia filtri aria X X X X X X X X X X X X vedi riferimento
    vedi foto Sostituzione olio motore (1) (2) X X X X X X X X X X X X vedi riferimento
    vedi foto Sostituz. filtro olio motore (2) X X X X X X X X X X X X vedi riferimento
    vedi foto Olio cambio e propulsore (1) (2) (3) X X X X X X X X X X X X vedi riferimento
    vedi foto Sostituz. olio cambio e prop.   X   X   X   X   X   X vedi riferimento
    vedi foto Albero com. cambio (1) (2) X X X X X X X X X X X X vedi riferimento
    vedi foto Olio scatola guida (14)   X   X   X   X   X   X vedi riferimento
    vedi foto Ingrass. perno rinv. sterzo (15) X X X X X X X X X X X X vedi riferimento
    vedi foto Ingrass. sospensione ant. (16) - (18) X X X X X X X X X X X X vedi riferimento
      Rotazione pneumatici X X X X X X X X X X X X vedi riferimento
                                 
      Manutenzioni funzionali                          
    vedi foto Gioco valvole X X X X X X X X X X X X vedi riferimento
      Candele d'accensione X X X X X X X X X X X X vedi riferimento
    vedi foto Distributore d'accensione (11) X X X X X X X X X X X X vedi riferimento
    vedi foto Coppa olio motore (5)   X       X       X     vedi riferimento
    vedi foto Leva disinnesto frizione X X X X X X X X X X X X vedi riferimento
    vedi foto Impianto freni X X X X X X X X X X X X vedi riferimento
    vedi foto Ammortizzatori (17)   X   X   X   X   X   X vedi riferimento
    vedi foto Motorino avviamento (4) X     X     X     X     vedi riferimento
    vedi foto Cinghia alternatore (1) X X X X X X X X X X X X vedi riferimento
    vedi foto Alternatore (2)         X             X vedi riferimento
      Batteria   X   X   X   X   X   X vedi riferimento

    N.B. Le operazioni di manutenzione e controllo fino a 14.000 - 15.000 km vengono eseguite con i tagliandi di garanzia come previsto dalla Casa. Le operazioni sopra indicate devono essere eseguite o fatte eseguire dal Cliente allo scadere delle percorrenze previste.

    torna all'indice
        VARIANTI PER BERLINA CON MOTORE 1199 cm³
    Sono qui descritte brevemente le differenze della vettura FULVIA con motore 1199 cm³ rispetto alla vettura FULVIA con motore 1298 cm³.
    Per tutt le altre caratteristiche attenersi a quanto detto nelle pagine precedenti.

    IDENTIFICAZIONE:    818.694 Berlina guida sinistra

    CARATTERISTICHE E DATI:
    MOTORE:  
    Tipo 818.282
    Diametro cilindri 74 mm
    Corsa 69,7 mm
    Cilindrata 1199 cm³
    Rapporto compressione 9
    Potenza massima (DIN) 78,8 CV a 6000 giri al minuto
    Potenza fiscale 14 CV
    Regime massimo 6200 giri al minuto
    Coppia massima (DIN) 10,3 mkg a 5000 giri al minuto

    Alimentazione:
    Carburatori:
    Due: anteriore:
           posteriore:
    SOLEX C 32 PHH 12
    SOLEX C 32 PHH 14
    Diffusore 26
    Getto principale 105
    Getto del minimo 42,5
    Freno aria 180


    Accensione:
    Rocchetto d'accensione:  MARELLI BZR 200 A
    Candele:    BOSCH W 200 T 30

    TRASMISSIONE:
    Propulsore:    Coppia conica rapporto 10/43

    PRESATAZIONI:
    Marcia I II III IV V RM
    Velocità massima in km/h 38 59 89 124 152 37
    Pendenze massime superabili 36 % 22,6 % 13,8 % 8,3 % 5,7 % 38 %

    Consumo norme (CUNA) per 100 km:
    8,6 l di supercarburante ((N.O. 96 min).

    torna all'indice
        SERVIZIO ASSISTENZA
    Nelle caratteristiche, nei dati e negli schemi, è chiaramente indicato quanto occorre per le registrazioni e le ispezioni periodiche. Tuttavia per tali operazioni pùo essere di gradimento al Cliente una spezifica attrezzatura ed un personale specializzato, ricordiamo, quindi, ad Esso, anche per normali manutenzioni, le Officine Riparazioni delle Filiali e dei Concessionari di vendita, e l'uso esclusivo di parti di ricambio originali.
    Per le vere e proprie revisioni, consigliamo senz'altro di ricorrere solo alle suddette ns/ Officine Autorizzate, che costantemente in possesso delle informazioni tecniche relative alla Vs/ fettura, sono nelle migliori condizioni per fare una buona assistenza.

    PARTI DI RICAMBIO:
    Nella richiesta parti di ricambio ai ns/ Concessionari di vendita occorre sempre specificare:
  • il numero di identificazione del pezzo richiesto
  • la sua denominazione
  • il quantitativo occorrente
  • il numero di identificazione della vettura
  • il mezzo di trasporto (solo per l'estero)
    Ogni altra indicazione, non uguale a quella del nostro catalogo parti di ricambio, non solo non è necessario, ma può originare confusioni che ritardono l'invio di quanto richiesto.

    COMUNICAZIONI ALLA NS: ORGANIZZAZIONE:
    Citare sempre il nº di vettura e di motore e menzionare ogni precedente corrispondenza.

    torna all'indice
        vedi schema SCHEMA DELL IMPIANTO ELETTRICO

    1 Luce illuminazione anabbagliante   42 Spia luci di posizione
    2 Luce di posizione anteriore   43 Spia alternatore
    3 Luce illuminazione di profondità   44 Spia freno di stazionamento e livello minimo livello liquido freni (lampeggiante)
    4 Giunzione ad innesto   45 Spia indicatore di direzione sinistra
    5 Avvisatori elettroacustici   46 Spia indicatore di direzione destra
    6 Motorino elettrico ventilatore per radiatore   47 Contagiri elettronico
    7 Termocontatto per comando motorino ventilatore per radiatore   48 Termometro liquido di raffreddamento
    8 Interruttore elettromagnetico comando motorino ventilatore per radiatore   49 Manometro olio
    9 Luce di direzione anteriore   50 Blocchetto di connessione a otto innesti per apparecchi di bordo
    10 Blocchetto di connessione a due innesti   51 Blocchetto di connessione a quattro innesti (colore bianco)
    11 Interruttore comando spia arricchitore   52 Orologio elettrico
    12 Regolatore meccanico di tensione   53 Luce illuminazione accendisigari
    13 Alternatore   54 Lampeggiatore per spia freno di stazionamento e livello minimo liquido freni
    14 Valvola protezione circuito motorino ventilatore per rdiatore (15A)   55 Motorino per spruzzatore acqua al paravento
    15 Motorino di avviamento   56 Interruttore a chiave con accensione motore e servizi con antifurto
    16 Batteria accumulatori   57 Interruttore per sbrinatore cristallo posteriore
    17 Luce di direzione laterale   58 Interruttore per motorino per ventilatore impianto di areazione
    18 Comando manometro olio   59 Accendisigari elettrico
    19 Comando termometro liquido di raffreddamento   60 Blocchetto di connessione a quattro innesti (colore rosso)
    20 Motorino tergicristallo   61 Comando luci di posizione anabagglianti e profondità
    21 Interruttore comando spia livello liquido freni   62 Comando luci direzione e lampeggiamento anabbagliante
    22 Distributore d'accensione   63 Comando avvisatori elettroacustici
    23 Rocchetto d'accensione   64 Comando motorino tergicristallo a due velocità e spruzzatore
    24 Motorino elettrico a due velocità per ventilatore impianto di areazione   65 Intermittenza per indicatori di direzione
    25 Interruttore a pulsante per luce vano motore   66 Presa di corrente
    26 Luce illuminazione vano motore   67 Interruttore comando spia freno di stazionamento
    27 Blocchetto di connessione a sei innesti   68 Interruttore per luci di arresto
    28 Interruttore elettromagnetico per avvisatori elettroacustici   69 Interruttore a pulsante per comando luci illuminazione retromarcia
    29 Scatola valvole   70 Resistenza per sbrinatore cristallo posteriore (a richiesta)
    30 Interruttore elettromagnetico per proiettori anabbaglianti   71 Fanale indicatore di porta aperta
    31 Interruttore elettromagnetico per luci esterne   72 Interruttore a pulsante per luci interne ad accensione con apertura porte
    32 Interruttore elettromagnetico per proiettori di profondità   73 Plafoniera illuminazione interno vettura
    33 Lampada per illuminazione interna mobiletto centrale   74 Interruttore a pulsante per comando luce vano baule
    34 Spia arricchitore inserito   75 Luce illuminazione vano baule
    35 Luci illuminazione apparecchi di bordo   76 Comando indicatore livello carburante
    36 Interruttore per comando luci apparecchi di bordo   77 Luci di direzione posteriore
    37 Luci illuminazione orologio elettrico   78 Luci di posizione posteriore
    38 Blocchetto di connessione a sei innesti per apparecchi di bordo   79 Luci arresto
    39 Amperometro   80 Luci illuminazione retromarcia
    40 Indicatore livello carburante con spia riserva   81 Luci targa
    41 Spia luci di profondità